Regione Veneto

Comune di Arsiero
portale istituzionale

Opzione del voto in Italia per cittadini A.I.R.E.

Pubblicata il 23/03/2017

In base alla L. 459/2001, gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), in occasione delle consultazioni referendarie,  votano per corrispondenza nella circoscrizione Estero, ma è fatta salva la loro facoltà di venire a votare in Italia, previa apposita e tempestiva opzione, valida per un'unica consultazione.

Pertanto, i cittadini iscritti in A.I.R.E. che intendono votare in Italia dovranno far pervenire all’UFFICIO CONSOLARE operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore (Ambasciata o Consolato) un’apposita dichiarazione su carta libera che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del comune italiano d'iscrizione all'anagrafe degli italiani residenti all'estero e l'indicazione della consultazione per la quale l'elettore intende esercitare l'opzione. 

La dichiarazione deve essere datata e firmata dall'elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità dello stesso e può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano all’UFFICIO CONSOLARE, anche tramite persona diversa dall’interessato, entro 10 giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dei Decreti di indizione dei referendum (quindi entro il 25 marzo 2017), con possibilità di revoca entro lo stesso termine.

Qualora l'opzione venga inviata per posta, l'elettore ha l'onere di accertarne la ricezione, da parte dell'Ufficio consolare, entro il termine prescritto.
Eventuali opzioni esercitate in occasione di precedenti consultazioni politiche o referendarie non hanno più effetto.

E' possibile utilizzare il modulo predisposto dal Ministero.

Categorie news

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto